Donuts o Doughnuts…ovvero le ciambelle di Homer

DSC_0020

Le avete riconosciute? Sono le ciambelle di Homer Simpson! Ahahah! No dai…chiamiamole con il loro nome…

Sono i Donut o anche Doughnut, come vi piace di più. Parliamo della stessa cosa e cioè di quelle ciambelle americane, rese tanto famose proprio dal personaggio mangione del cartone animato.

Visto che ieri era l’ultimo giorno di Carnevale e che durante questo periodo non mi sono cimentata con i dolci tipici di questo periodo,

DSC_0015

come frittelle, chiacchere, zeppole ecc… ho onorato la tradizione dei dolci fritti di Carnevale provando a fare i Donut.

Dopo varie ricerche, ho provato la ricetta del sito Babble , che potete ritrovare a questo link: http://www.babble.com/best-recipes/classic-yeast-raised-doughnuts.

I Donut possono essere sia fritti che al forno, però secondo me quelli al forno sono un po’ la sostituzione “salutare” per evitare un po’ i sensi di colpa, ma quelli originali sono quelli fritti. Un po’ come le nostre chiacchere, diciamo.

E allora vada  per i Donut! Mi piace l’idea, ovviamente, di decorarli un po’ come piace. Io ho tirato fuori un po’ di corallini colorati e mi sono sbizzarita a farli tutti diversi.

DSC_0018Dopo averli fritti vi conviene glassarli. Infatti con la glassa sono proprio perfetti, perchè l’impasto di base non è molto dolce, quindi l’unione della glassa lo rende perfetto.

Potete anche deciderli di gustarli semplicemente cospargendoli di zucchero, così al naturale…provateli anche così. Per una versione molto American, rigirate i vostri Donut in una miscela di zucchero e cannella.

Io vi consiglio comunque di cospargerli di glassa e corallini!

Gli ingredienti sono pochi e semplici:

1 Tbs di lievito di birra
1/4 cup acqua calda
1 1/2 cup latte riscaldato
1/2 cup zucchero
2 large uova
1/2 tsp. sale
5 cup farina (vi consiglio la farina di Manitoba, perché è una farina più forte li renderà duri e poco lievitati)
1/4 cup burro o margarina, fuso

olio per friggere

carta forno

Per prima cosa sciogliete il lievito nell’acqua calda. Lasciatelo da parte a raffreddarsi un po’.

In una ciotola grande, mescolate lo zucchero, il latte, le uova, una alla volta, il sale e il burro fuso. Usate una frusta per evitare i grumi. Unite, a varie riprese, la farina. L’impasto che otterrete sarà appiccicoso, lo so, ma cercate di evitare di  usare troppa farina, perché altrimenti finirete per indurire i vostri dolci. Lavorate bene l’impasto per assicurarvi una buona lievitazione. A questo punto coprite l’impasto con una panno, magari lasciandolo nella ciotola in cui l’avete lavorato, e fatelo riposare per un’oretta, fino a quando avrà duplicato il suo volume.

Prima di iniziare a fare le forme, rivestite dei vassoi o anche le teglie del forno con della carta da forno. Poggerete qui i Donut appena tagliati.  Ora stendete l’impasto e fate le vostre forme. Usate due cutter tondi, oppure un bicchiere e il tappo di una bottiglia, se non avete dei tagliapasta adatti.  Fate lievitare i Donut per altri 30 minuti.

Quando saranno pronti, friggeteli in abbondante olio caldo a 175°. Per evitare di sformarli nel tentativo di staccarli dalla carta forno, ritagliate la carta lungo ogni Donut, tanto durante la cottura si staccheranno da soli e facilmente.

Se li volete glassare con la classica glassa colorata…

1 1/2 cup zucchero a velo
3 o 4 Tbs latte o acqua
2 tsp estratto di vaniglia o altro aroma (opzionale)

Per una glassa al cioccolato:

1 1/2 cup zucchero a velo
4 Tbs cacao in polvere
2 Tbs latte o acqua
2 tsp estratto di vaniglia o altro aroma (opzionale)

Fonte: http://leitesculinaria.com/68223/recipes-glazed-doughnuts.html#Fvb5ziqfiiUbcciy.99

DSC_0011

Buoni Donut a tutti!

I pancake

DSC_0003

Sono tornata!!! Questa settimana sono stata mooolto distante dal computer, perché ho seguito un corso di Cake Design della PME, che mi ha impegnato tutta la settimana. E’ stato molto interessante e abbiamo prodotto questa fantastica torta Tower.

DSC_0009

Ma torniamo a noi. La ricetta dei Pancake è una delle più richieste e come dargli torto…

Sono delle specie di frittelle, tipiche americane; sono molto semplici da fare e da cuocere, anche perché non necessitano molto tempo per farle. Infatti in America le preparano per colazione, quindi diciamo last minute.

I Pancake sono molto simili a delle crepe, ma sono più morbide e spesse. In genere vengono serviti con lo sciroppo d’acero, che io mi sono portata dietro da New York! Quest’abbinamento è perfetto e lo consiglio  a tutti!

Ingredienti:

1 cup milk

1 cup farina

2 TBS zuccheroDSC_0013

2 tsp lievito

1/2 tsp sale

2 TBS burro fuso

1 uovo

1 tsp vaniglia

olio vegetale per la pentola

Partite dalle uova. Unite il latte , il burro fuso e lo zucchero. Aggiungi il sale, il lievito e la farina, precedentemente setacciati. Profuma il tuo impasto con la vaniglia.

Metti a riscaldare una pentola antiaderente con un po’ d’olio vegetale, a fioco medio. Quando la vostra pentola sarà ben calda, versate un po’ di impasto  nella pentola. Considerate che l’impasto, si allargherà  e quindi vi consiglio di partire con delle piccole dosi, così da non rischiare di avere dei mega pancakes. Io in genere utilizzo un cucchiaio scarso di impasto per ogni pancake.

I pancake cuociono molto velocemente, quindi dopo pochi secondi girate il vostro pancake e fatelo dorare da entrambi i lati.

Questo è il mio risultato…pancake inondati di sciroppo d’acero. Buon appetito!

DSC_0009

Fatemi sapere come va con questa ricetta.Per me, ormai, la ricetta è collaudata!

Buona giornata a tutti!

Sua maestà i Brownie

DSC_0003

Dopo una permanenza negli States è impossibile tornare a casa senza quel ricordo, quel gusto e quell’acquolina, che al sol pensiero, ti perseguitano immediatamente!

A New York mi sono innamorata, ebbene sì, lo ammetto…un amore folle e incontrollato per i Brownie. Con i miei amici Jordan e Lorenzo, abbiamo fatto una vera degustazione, in giro per tutte le bakery di NY e abbiamo provato un sacco di Brownie…ma il nostro preferito rimaneva sempre quello di Baked, una pasticceria a Red Hook, Brooklyn. E’anche colpa di Jordan che mi ha fatto provare quelle delizie!

Il Brownie originale è quello al cioccolato, anche se ci sono tanti altri gusti davvero da sballo! Più avanti’ voglio provare altri gusti, come quello allo zucchero di canna(il mio preferito!)  e scaglie di cioccolato al latte o quello al cioccolato salato…gnam!

DSC_0004Che dire…sono dei dolcetti favolosi, sono morbidi, cremosi e super cioccolatosi, ma quella crosticina croccante sulla superficie, lo rende il dolce perfetto. Perfetto sì, per qualsiasi occasione: a colazione, a metà mattina, a metà pomeriggio, accanto a una bella tazza di cioccolata calda o di tè ( come i miei salutari amici Lorenzo ed Emanuela) o dopo cena.

Sì perché non esiste un momento sbagliato per addentare un Brownie e non esiste un momento perfetto…ogni momento è buono!

Come potete capire io li adoro e davvero, dal profondo del mio cuore vi consiglio di provare questi dolci e sono sicura che anche voi li amerete.

In giro sul web ci sono milioni di ricette. Il Brownie perfetto è difficile da realizzare.

Io sono rimasta molto soddisfatta del mio risultato e voglio passarvi la mia ricetta:

  • 3 uova
  • 1/2 cup di burroDSC_0008
  • 2 oz. di cioccolato fondente ( dal 50 al 70% di cacao)
  • 3 oz. di cacao amaro in polvere
  • 1/2 cup di farina
  • 1/4 tsp di sale
  • 1/2 tsp di estratto di vaniglia
  • 1 cup di zucchero

Procedimento:

In una ciotola mescola la farina con il cacao e il sale e lasciate tutto da parte.

A bagnomaria, sciogli il cioccolato e il burro in una pentola. Una volta sciolti, spegni il fuoco e unisci lo zucchero, senza spostare la pentola. Aggiungi la vaniglia. Quando lo zucchero è stato assorbito, sposta la pentola dal bagnomaria per farla raffreddare.

Quando il composto è a temperatura ambiente, unisci le uova con l’aiuto di una frusta.  E’ molto importante che il composto non venga montato troppo, altrimenti i Brownie saranno delle torte e perderanno la loro particolare consistenza cremosa.

Versa il composto in una teglia rettangolare, foderata da carta forno.

Cuoci a 180° per ca. 20 minuti.

Il tempo di cottura è davvero molto variabile. Dipenda dal forno e  dal composto.

Il consiglio che vi posso dare è quello di controllare varie volte la cottura, con l’ausilio di uno stecchino. Ricordate che lo stecchino dev’essere asciutto.

Una volta cotti, lasciate raffreddare i Brownies. Quando saranno freddi, eliminate i bordi e tagliate i vostri Brownie della misura che preferite.

Buon appetito!

DSC_0010

Scone alla Nutella

BENVENUTI A TUTTI SUL MIO BLOG!
Sono molto contenta di iniziare quest’avventura e spero di riuscire a strappare un sorriso a chiunque si trovi a passare dalle “mie parti”.
Voglio dedicare il mio primo post alla pasticceria americana, con una ricetta che viene direttamente da New York: la ricetta è di un mio caro amico, che ha voluto condividere con me alcuni dei suoi dolci segreti.
Gli Scone sono dei dolci molto noti in America, ma la variante alla Nutella li avvicina un po’ alla nostra cultura e…chi non ama la Nutella? 

Sono dall’aspetto un po’ incerto, ma molto friabili e gustosi.La mia ricetta prevede uno strato di Nutella al centro.

Buona lettura e…provateli!!!

DSC_0009

La forma tipica è quella rotonda o a triangolo, ma non c’è limite alla fantasia e io ho optato anche per dei mini Scone monoporzione. L a panna e le strisce di Nutella sono la mia personalissima variante.

DSC_0004 DSC_0038

Per 6 – 8 Scone:

  • 2 cup di farina 00
  • 1/4 cup di zucchero
  • 1/4 cup di cacao in polvere non zuccherato
  • 1 tablespoon di lievito per dolci
  • 1/2 teaspoon di sale
  • 6 tablespoons di burro non salato, tagliato a cubetti
  • 1 uovo
  • 1/2 cup di panna
  • 3/4 cup di nocelline tostate e spellate
  • 1 cup di Nutella

Riscalda il forno a 165° e ricopri una teglia rettangolare con la carta da forno.

Mescola la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito e il sale. Unisci il burro.

A parte amalgama l’uovo con la panna. A più riprese unisci le farine con gli ingredienti liquidi.

Impasta con le mani ed aggiungi le nocelle. Crea un rettangolo non troppo sottile, di 2 – 3 cm di spessore, e ricoprilo con uno strato di Nutella. Richiudi il rettangolo di pasta su sé stesso e taglia le forme che più ti piacciono.

Cuoci per 20 – 30 minuti. Controlla con uno stecchino la cottura.

Se ti va decora la superficie con  Nutella o panna, o entrambe .